Amivantamab è un anticorpo bispecifco con attività nei confronti dei recettori EGF e di MET che si somministra per via endovenosa

La dose utilizzata è di 1050 mg (in pazienti con peso < 80 kg) e di 1400 mg (in pazienti con peso ≥ 80 kg), da somministrare una volta alla settimana per le prime 4 settimane e poi ogni 2 settimane. 

Possibili effetti collaterali di Amivantamab

  • reazioni correlate all’infusione;
  • tossicità cutanea e ungueale;
  • polmonite interstiziale; 
  • tossicità oculare con la comparsa di congiuntiviti;
  • prurito;
  • incremento degli enzimi epatici (AST, ALT);
  • diarrea.

dr.ssa Chiara Lazzari Oncologo

Dr.ssa Chiara Lazzari
Dirigente Medico Oncologo presso l’IRCCS Istituto di Candiolo (Torino)

dr.ssa Vanesa Gregorc Oncologo

Dr.ssa Vanesa Gregorc
Direttore di Oncologia Medica e Vice Direttore Scientifico presso l’IRCCS Istituto di Candiolo (Torino)