La prognosi del tumore polmonare dipende dallo stadio: più avanzato è lo stadio, meno favorevole è la prognosi.

Negli stadi iniziali, con la chirurgia, associata alla chemioterapia e/o radioterapia preparatorie o postoperatorie, ci sono buone probabilità di guarigione.

Prognosi tumore al polmone

Negli stadi avanzati, la prognosi è influenzata dalle caratteristiche molecolari (i pazienti con mutazione del gene EGFR o con traslocazione del gene EML4-ALK hanno di solito una prognosi migliore grazie ai trattamenti a bersaglio molecolare che possono ricevere) e dalle condizioni generali del paziente.

I pazienti con condizioni generali compromesse tollerano meno i trattamenti e sono più a rischio per lo sviluppo di complicanze. È influenzata, inoltre, dalle comorbidità (che interferiscono con la scelta della chemioterapia).

Alcuni pazienti hanno prognosi sfavorevole, determinate da malattie aggressive, a volte non responsive ai trattamenti e associate a complicanze che possono interferire notevolmente con il loro percorso terapeutico. In altri pazienti, invece, la malattia può essere cronicizzata negli anni.


dr.ssa Vanesa Gregorc Oncologo

Dr.ssa Vanesa Gregorc
Direttore di Oncologia Medica e Vice Direttore Scientifico presso l’IRCCS Istituto di Candiolo (Torino)

dr.ssa Chiara Lazzari Oncologo

Dr.ssa Chiara Lazzari
Dirigente Medico Oncologo presso l’IRCCS Istituto di Candiolo (Torino)